di seguito l’articolo preso da “Il Cittadino di Monza e Brianza del 28 novembre 2022”

A casa Lampugnano, il Natale è già arrivato.

Sotto l’albero panettoni e pandori creati da Le Tre Marie in esclusiva con il logo dell’associazione Nistagmo Italia e confezionati a mano da Ricreo-Laboratori Creativi.

Insieme anche un calendario da tavolo con i volti dei bambini di tutta Italia e tra questi anche quello della piccola Kara, che il mese scorso ha compiuto cinque anni.

«Il calendario – ha spiegato Simona Facciolo Lampugnano, che all’interno dell’associazione si occupa della grafica – è dedicato a tutti i nostri bambini, che come Kara soffrono di Nistagmo, una patologia che si manifesta con movimenti oscillatori involontari degli occhi e che determina una condizione di ipovisione e disabilità. Il nostro obiettivo è far conoscere sempre più questa patologia e proporre nelle scuole dei progetti con attività multisensoriali per mostrare cosa vuol dire essere ipovedente».

A scuola con un tiflologo e un’esperta di disabilità visiva, ma non solo: Nistagmo Italia, già inserita nel circuito Telethon, si sta infatti facendo conoscere in tutta Italia e si avvale di un team di professionisti di altissimo livello.

Ospite la scorsa settimana a Bologna all’istituto dei ciechi Cavazza, Nistagmo ha presentato le sue attività e i suoi laboratori, gli stessi che vorrebbe portare anche nelle scuole novesi.

A.Q.